“Guastedda” rustica

“Guastedda” rustica

La “guastedda” o “vastedda” è uno dei prodotti da forno più antichi e amati dal popolo siciliano. Dalla guastedda tipo scaccia ennese, alla guastedda dolce di Mussomeli (CL), ogni comune ha la sua versione anche molto diversa dalle altre… Ovviamente noi vi racconteremo la versione del nostro piccolo paese, Bompensiere😊

L’origine di questa preparazione però credo sia la stessa in tutta la Sicilia: tempo fa il pane si faceva una volta a settimana sotto forma di grandi pagnotte, da consumare la mattina col caffè d’orzo, e la sera con verdure e legumi (eh si, prima la dieta mediterranea non era un concetto astratto!). Con l’ultima porzione di pasta di pane rimasta, si faceva la guastedda: aglio a pezzetti, formaggio stagionato grattuggiato ed olio. STOP! Niente di più semplice… posso solo immaginare la fragranza della guastedda cotta nel forno a legna!

Con il passare del tempo ogni famiglia ha modificato la sua guastedda, non vi nascondo che quella che ricordo da bambina conteneva wurstel ed olive nere… e poi c’è quella col pomodoro, le sarde, ecc. Comunque a parte l’eccezione dei wurstel per tenere a bada noi bambini, sulla guastedda sono presenti solo ingredienti rustici, e mai salumi: se non vegana, la mia guastedda è sicuramente vegetariana!

icons8-segno-vegetariano-48

Procediamo con la ricetta; per l’impasto, utilizzeremo la stessa ricetta dell’Upside-down pizza che abbiamo pubblicato poco tempo fa: se vi è sfuggita la potete trovare qui. La lista degli ingredienti da mettere sopra è brevissima:

  • Aglio
  • Olive nere
  • Pecorino Siciliano con pepe nero a fette
  • Pecorino Siciliano grattugiato
  • Olio EVO
  • Origano
IMG_8128

Questa è la versione base, ma sicuramente la più gustosa! Non servirà altro che stendere la pasta, sistemare piccoli pezzetti d’aglio sulla superficie, continuare con pezzetti di olive nere eliminado il nocciolo, ed infine completare con il formaggio a fette e quello grattugiato. Un bel giro d’olio d’oliva, una pioggia di origano siciliano (profumatissimo!🍃), e via in forno a 220° per 30 minuti circa.

IMG_8170

Ecco la guastedda sfornata, vedete come il formaggio ha fatto una crosticina croccante e dorata?😋

IMG_8212
IMG_8216

Non resta che servirla e gustarla tiepida; una buona idea è tagliarla a triangolini per un aperitivo rustico… Buon Happy Hour!🍸

IMG_8254
LOGO FINALE in B&N.jpg_64x64